L'eco della rete: Il precipitare degli eventi - n°3/2014
αPeriodico on-line di politica e cultura
Login - Registrati 
Links
  • La nuvola di EDR 
  • Claudio MartinoClaudio Martino

  • Mara MuscettaMara Muscetta


  • Randy PaperoRandy Papero


    - Tutti i video di Randy Papero - ForisennoTv
  • ARSCi libereremo!


  • Egodellarete align=

  • Blogs
  • Stampa mainstream
  • Stampa Internazionale
  • Informazione Ciociara
  • Banche dati
  •  
    Chiama la redazione con skype
    Fiorenzo Fraioli su Skype
    Chiama Ecodellarete.net - Chatta con  Ecodellarete.net

     Moreno Pasquinelli: costruiamo il fronte ampio 14-10-2013
     CopyLeft: Fiorenzo Fraioli

    Ho registrato quasi tutto il convegno organizzato da reimpresa dal titolo "Uscita dalla crisi", ma pubblico solo l'intervento di Moreno Pasquinelli (al quale allego un mio commento). L'acustica della sala era terribile, per cui mi troverei nella condizione di dover lavorare molto (anche per il filtraggio audio) per ottenere una resa modesta. Ho tuttavia lasciato tutti i filmati a reimpresa, che deciderà se e come utilizzarli.

    Fiorenzo Fraioli

    Link correlato: APPELLO A TUTTE LE FORZE SOVRANISTE (reimpresa)

    abortion pills how to order the abortion pill online where can you buy the abortion pill

    order abortion pill where do i get abortion pill where can i buy abortion pills

    where can i get the abortion pill online

    i need to buy the abortion pill on line abortion pill
    abortion pill online http://www.extrageek.com/template/default.aspx?an-abortion-pill ordering abortion pills to be shipped to house
    abortion pill online an abortion pill ordering abortion pills to be shipped to house
    abortion pill online an abortion pill ordering abortion pills to be shipped to house
    buy abortion pill abortion pill abortion pill
    order abortion pill abortion pill abortion pill
    order abortion pill where can i get the abortion pill online abortion pill
    order abortion pill buy abortion pills online abortion pill
    online purchase abortion pill cytotec abortion pill buy online where can i buy abortion pills
    ordering abortion pills to be shipped to house abortion pill where to buy abortion pill
    medical abortion pill online how to order the abortion pill online where can i buy abortion pills
    medical abortion pill online click here where can i buy abortion pills
    abortion pill online abortion pill abortion pill online purchase
    abortion pill online abortion pill online purchase abortion pill online purchase
    abortion pill buy online ordering abortion pills to be shipped to house buy cytotec for 24 week abortion
    abortion debate 1world2go.com abortion recovery
    bystolic discount card site forest patient assistance
    cialis coupon cialis manufacturer coupon discount coupons for prescriptions
    bystolic savings card site coupon for bystolic
    bystolic savings card coupon for bystolic
    transfer prescription coupon go new prescription coupon
    coupon cialis link cialis coupons from lilly
    abortion clinics in indianapolis bartsha.cz abortion support
    sumatriptan migraine headache http://sumatriptannow.com/migraine-headache sumatriptan migraine headache
    sumatriptan injection http://sumatriptannow.com/injection sumatriptan injection
    sumatriptan injection sumatriptan injection sumatriptan injection
    sumatriptan side effects sumatriptan side effects sumatriptan side effects
    generic for bystolic bystolic discount coupon
    online cialis coupons coupons for cialis 2016 prescription savings card
    free printable cialis coupons open free cialis coupon 2016
    free cialis coupon 2016 discount coupons for cialis
    cialis sample coupon crmsociety.com coupon for prescriptions
    cialis coupon 2015 crmsociety.com coupons for cialis printable
    discount coupons for prescriptions coupons for cialis new prescription coupon
    aerius generika aerius medikament aerius saft
    risperdaloro open risperdal effets secondaires
    seroquel dosierung karensmith.us seroquel nebenwirkungen
    cialis cvs coupon site.cegep-rimouski.qc.ca cialis 20mg
    [Condividi] - [Nessun commento] - 
    M. Pasquinelli (Uscire dalla crisi)

    Il "fraiolismo metodologico" e l'arte della guerra

    Una premessa è d'obbligo. Faccio parte dell'ARS, ma le posizioni che esprimo in questo articolo sono le mie, non quelle dell'ARS. L'ARS ha in programma, domani 15 ottobre 2013, un direttivo nazionale al quale parteciperò. La posizione ufficiale dell'ARS in merito all'appello lanciato da reimpresa sarà eventualmente nota dopo lo svolgimento del direttivo.

    Il documento proposto da reimpresa

    Il sottotitolo mi trova pienamente d'accordo: "La sovranità di uno Stato è un bene irrinunciabile: è il pilastro dell'identità stessa di un popolo".

    Molto meno mi convince l'incipit: "Proponiamo a tutte le forze sovraniste di unirci urgentemente in una rete e formare un coordinamento per la costituzione di una lista elettorale e la redazione di un programma da presentare alle prossime elezioni europee". Dal momento che il programma sintetizzato nel documento è sostanzialmente una proposta aperta di cui condivido in gran parte i contenuti e l'impostazione, sia pure con qualche distinguo, credo valga la pena concentrarsi sulla parte politica. Della quale mi convince tutto meno l'espressione "lista elettorale". Non perché io sia un movimentista, tutt'altro, ma perché credo che la costituzione di una lista elettorale per le elezioni europee dell'anno prossimo sia una mossa assolutamente prematura. 

    Poiché la politica è la continuazione della guerra con altri mezzi (vale anche il viceversa) è utile nei nostri ragionamenti utilizzare l'analogia guerra/politica. Ebbene, l'errore più grave che si possa commettere in guerra (e dunque in politica, se l'analogia è valida) è quello di cercare la battaglia quando le proprie forze non sono sufficienti. Il grande Sun Tzu scrive "Un esercito vittorioso prima vince, poi dà battaglia; un esercito destinato alla sconfitta prima dà battaglia, poi spera di vincere". Il che significa che si deve cercare la battaglia solo quando si è in posizione di vantaggio, al fine di assestare all'avversario il colpo finale e annientarlo. Al contrario, cercare lo scontro, nella speranza che un colpo di fortuna possa far sì che, sebbene con forze inferiori, si possa prevalere, è azzardato quanto inutile. E infatti, anche ammettendo che nel giorno della battaglia si riesca a prevalere, il nemico non sarà comunque messo in rotta e potrà riorganizzarsi. Non solo! Potremmo aver rivelato, nel giorno fortunato di un'insperata vittoria, i nostri punti di forza, consentendo al nemico di trovare un rimedio. Ma cosa avviene se, al contrario, e come è molto probabile, si viene sconfitti? Il nemico, che ci è superiore per forza, avrà vinto la guerra!

    Ora, che il movimento sovranista sia in crescita, e che abbia dalla sua parte la forza della ragione, ciò è cosa della quale sono convinto. Penso, tuttavia, che cercare oggi lo scontro frontale con gli euristi (poiché questo è il significato di un confronto elettorale) sia una scelta sbagliata. La forza del movimento sovranista non è nella sua consistenza, che è ancora minima, bensì nel fatto di essere l'espressione politica di un processo di trasformazione che è in corso ma non ha ancora dispiegato tutta la sua potenza. 

    Chi scrive è stato tacciato tempo fa (22 giugno 2013), di "fraiolismo metodologico" da Alberto Bagnai, solo perché, in occasione delle elezioni politiche di febbraio 2013, avevo proposto e realizzato con altri, tra i quali mi piace ricordare Mattia Corsini, un'iniziativa di informazione denominata "La solitudine dei numeri reali", nonché per aver aderito all'ARS. Ebbene, l'iniziativa di informazione si è esaurita, come previsto, con il termine della campagna elettorale, e l'ARS è, oggi, la componente tatticamente più cauta e prudente del movimento sovranista. Voglio dire, con questo, che non mi si può assolutamente accusare di essere una persona che ritiene si debba stare alla finestra in attesa che le cose vadano come devono andare, poiché mi sono mosso e ho fatto quello che andava fatto per far crescere il movimento di liberazione dall'eurismo, nel quale convivono idealità diverse raggruppate sotto l'egida del sovranismo. Non sono, tuttavia, un avventurista, e ritengo che raccogliere, oggi, la sfida di una campagna elettorale, sia un azzardo che non possiamo permetterci. Non perché la vittoria sia lontana! Al contrario, perché essa è vicina, molto vicina, ma dobbiamo ancora aspettare.

    Dobbiamo continuare a logorare il nemico eurista, attaccarlo nei suoi punti deboli, ingrossare nel tempo le nostre schiere e preparare l'esercito politico con il quale lo affronteremo, ma solo al momento opportuno. Ancora Sun Tzu: "Se non conosci te stesso, né conosci il tuo nemico, sii certo che ogni battaglia sarà per te fonte di pericolo gravissimo". 

    Note sul fronte sovranista

    Oltre che piccolo, il fronte sovranista è solo parzialmente unito. C'è accordo e condivisione su molte analisi, sebbene le diverse idealità (espressione in parte degli interessi compositi rappresentati nel fronte) abbiano la tendenza a dar vita a polemiche e contrapposizioni che ancora ne minano la compattezza. Questo è un fatto esecrabile e, nello stesso tempo, un elemento di forza, a patto e condizione di riuscire a costruire una palingenesi nel segno dell'eterogenesi dei fini

    Vi prego di scusarmi se, dal basso della mia ciociaraggine, mi sono permesso un'espressione così dotta. Ma il fatto è che le possibilità di vittoria nella guerra contro gli euristi sono, a mio avviso, strettamente correlate con la nostra capacità di costruire un fronte che non solo sia ampio, ma anche compatto, almeno fino al giorno della definitiva sconfitta degli euristi. Questa compattezza non può essere costruita solo su un interesse di classe, nel senso che ad esso viene tradizionalmente attribuito dalla tradizione politica marxiana, ma deve fondarsi su altre basi. Queste sono anche di natura etica, rimandano cioè a una visione complessiva e più ampia del nostro stare insieme in questo mondo sempre più piccolo e inquinato. Il significato del termine con il quale indico i nostri avversari, gli euristi, deve dunque essere inteso, se davvero vogliamo costruire un fronte ampio, in modo da includere non solo coloro che vogliono riconquistare la sovranità monetaria e uscire dai trattati di Maastricht e Lisbona, ma anche tutti coloro che hanno compreso l'insensatezza assoluta del modo di produzione capitalistico, che mi piace sintetizzare nella formula "mercato globale, assenza di Stato". Deve cioè essere chiaro a tutti che il vero obiettivo da perseguire è proprio la negazione di un'ideologia, eurista o neoliberista che dir si voglia, il cui orizzonte è quello di una globalizzazione dei mercati di capitali, merci, servizi e persone, in assenza del potere regolatore degli Stati nazionali. 

    I soggetti che possono dar vita a questo fronte (mi correggo: che hanno già cominciato) sono diversi e hanno interessi particolari, spesso in conflitto. Ma hanno un nemico mortale in comune, la globalizzazione. La globalizzazione lede gli interessi del piccolo imprenditore, dell'operaio, dell'artigiano, dell'impiegato statale, del pensionato, del piccolo professionista, in una parola del cittadino. Eppure la maggioranza di essi l'ha accettata, sia pur passivamente, perché coloro che l'hanno imposta sono riusciti a convincere la gran maggioranza del fatto che globalizzazione significa efficienza. Ed efficienza, se ciò fosse vero, significherebbe "più ciccia per tutti". Il fatto che una maggior produzione globale non implichi, per ciò, una corretta divisione dei benefici, è stata messa in ombra, nell'illusione che, se davvero c'è "più ciccia", questa debba, in un modo o nell'altro, finire con l'essere a disposizione di tutti, sia pure nell'ambito di una spartizione iniqua. Questo non è avvenuto, e credo che ciò sia sotto gli occhi di tutti. Mentre il pil "globale" aumenta, con esso crescono le ingiustizie, le guerre, l'inquinamento, le sperequazioni, l'nstabilità, l'insicurezza di tutti. Questa è la ragione per cui oggi, sotto la bandiera sovranista, cominciano a riunirsi soggetti sociali ed economici che, in passato, si sono dati battaglia, nella sempiterna lotta di classe che segna lo svolgersi della Storia. 

    L'eurismo è la forma che la globalizzazione ha assunto in Europa, dunque battersi contro l'euro e l'UE significa partecipare ad una battaglia che è parte di una guerra più ampia. La Storia non finirà con la sconfitta (o con la vittoria, Dio non voglia!) del globalismo, ma questa è la battaglia che attende chi vive oggi. Domani è un altro giorno.

     

    where can i get the abortion pill online

    an abortion pill on line abortion pill
    abortion pill online an abortion pill ordering abortion pills to be shipped to house
    abortion pill online an abortion pill ordering abortion pills to be shipped to house
    abortion pill online buy cytotec for 24 week abortion ordering abortion pills to be shipped to house
    buy abortion pill abortion pill online abortion pill
    order abortion pill buy abortion pills online abortion pill
    order abortion pill abortion pill abortion pill
    online purchase abortion pill cytotec abortion pill buy online where can i buy abortion pills
    buy abortion pill online cytotec abortion where can you buy the abortion pill
    buy abortion pill online cytotec abortion where can you buy the abortion pill
    abortion pill online abortion pill abortion pill online purchase
    abortion pill online abortion pill abortion pill online purchase
    abortion pills online where can i get the abortion pill online
    clinic of abortion abortion clinic in new york threatened abortion
    how much does it cost for an abortion bubsandbeans.com.au how can you have an abortion
    priligy link celecoxib 100mg
    bystolic copay savings card bystolic patient assistance tudorza patient assistance
    how do you get an abortion go history of abortion
    cialis coupons 2015 site manufacturer coupons for prescription drugs
    coupon for prescription totspub.com discount prescription drug card
    sumatriptan migraine headache sumatriptan migraine headache sumatriptan migraine headache
    sumatriptan injection sumatriptan injection sumatriptan injection

    Non ci sono commenti